APOTECAchemo in an awarded project at SIFO

Giovedì 11 ottobre, durante la Cerimonia celebrativa del 60° anniversario SIFO, gli specializzandi Dr.ssa Arianna Petracca e Dr. Luca Santi, del Policlinico Umberto I, sono stati premiati dalla Presidente Dr.ssa Laura Fabrizio per lo sviluppo del progetto innovativo di ricerca legato alla valutazione economica dell’utilizzo del sistema APOTECAchemo.

Titolo del progetto presentato al bando istituito proprio in occasione dell’anniversario: “Valutazione tecnico-economica delle tecnologie sanitarie nell’ambito dell’automazione nell’allestimento di terapie oncologiche e studio per l’individuazione di strategia migliorative nel sistema di comunicazione tra reparti e U.F.A. della farmacia interna”.

La Dr.ssa Petracca e il Dr. Santi operano presso l’U.F.A. del Policlinico Umberto I di Roma dove l’attività di allestimento manuale delle terapie è coadiuvato da due sistemi APOTECAchemo che automatizzano le preparazioni in atmosfera controllata di soluzioni iniettabili contenenti farmaci chemioterapici.
La centralizzazione dell’allestimento e l’utilizzo dei sistemi APOTECAchemo permettono di ottenere più elevati livelli di efficienza. Ci si riferisce, in particolare, al rispetto degli standard strutturali, impiantistico-tecnologici e organizzativi dell’ U.F.A., alla riduzione significativa di esposizione al rischio per gli operatori, all’assoluta precisione dei dosaggi e conseguente minore spreco di farmaco in fase di allestimento, nonché maggiore efficacia del farmaco somministrato al paziente, all’eliminazione dei rischi di errore di preparazione, alla riduzione del rischio di somministrazione al paziente errato.

La misura di dati validi e riproducibili, oggetto di questa ricerca, derivanti dalla centralizzazione e dall’automazione dei farmaci antiblastici in una realtà enorme come quella dell’Umberto I, si fonde con la necessità di mantenere una comunicazione efficace tra gli stakeholders del processo oncologico, dando origine al mix cruciale che determina la qualità della prestazione offerta agli assistiti.
L’argomentazione si pone, inoltre, come parte fondamentale del processo amministrativo, il quale deve essere il mezzo e non il risultato del processo decisionale.

Facebook Twitter Plusone Linkedin